Un motivo in più per la lotta alle zanzare

Uno dei problemi più sentiti in tema di inquinamento del pianeta, di contaminazione dell’ambiente è la diffusione delle microplastiche.

Lo sapevate?

Le zanzare contribuiscono alla diffusione di microplastiche nella catena alimentare: infatti le larve ne ingeriscono i frammenti durante la fase di vita acquatica, e li conservano nel passaggio alla vita adulta, i loro predatori terrestri si nutrono così anche della nostra plastica.

Questa nuova strada di dispersione della plastica, è stata documentata da una ricerca dell’Università di Reading, Regno Unito, dove i ricercatori hanno nutrito 150 larve di zanzara con una miscela di cibi “conditi” con microplastiche di varie dimensioni: in particolare sono state scelte perle di plastica nanometriche e fluorescenti. Le larve hanno mangiato dall’acqua contaminata e sono state lasciate crescere sino allo stadio adulto.
Quando le zanzare ormai in grado di volare abbandonano l’acqua, portano con sé questa “zavorra” e la introducono nei nuovi habitat. Così i predatori non acquatici come uccelli, pipistrelli, libellule, nutrendosi delle zanzare si mangiano anche la plastica. È noto da tempo che la plastica è tossica per gli organismi acquatici e per gli uccelli marini che di essi si nutrono. Ora abbiamo individuato un nuovo, incontrollabile livello di diffusione.

Un motivo in più per la lotta alle zanzare: controllane la diffusione, combatti la riproduzione e quando le aree della tua abitazione, del tuo giardino, della tua attività presentano un fenomeno eccessivo, non esitare a contattarci.

Exera ti assisterà con cura, riservatezza ed efficacia, chiamaci per ogni tuo problema, sapremo intervenire con la soluzione più adeguata alla situazione.

Fonte: Focus