Le tarme dei tessuti: “invisibili” conviventi

Le tarme dei tessuti sono un infestante comune molto difficile da debellare.
Si annidano dentro agli armadi o nei tappeti, nutrendosi di fibra tessile ma anche di capelli e peli, prediligendo tessuti sporchi e usati, meglio ancora se umidi.

Le larve adulte non creano un problema diretto perché hanno il solo scopo di riprodursi: subito dopo la riproduzione infatti gli esemplari adulti muoiono.
I noti danni ai tessuti vengono invece prodotti dalle larve delle tarme, alla continua ricerca di cibo per crescere e raggiungere lo stadio riproduttivo.
I loro ambienti preferiti sono le zone al buio o in penombra: appena vengono illuminate si ritirano e si nascondono cercando protezione dentro a buchi e armadi o sotto ai tappeti.

L’umidità favorisce una crescita veloce delle larve, che non bevono acqua e assumono liquidi esclusivamente attraverso il cibo.
Le uova delle tarme sono difficilmente visibili perché misurano solo 1 mm e risultano altresì difficilmente rimuovibili perché incollate ai tessuti con una speciale sostanza.
Una tarma femmina può deporre centinaia di uova nella sua esistenza, le quali possono vivere anche fino a due anni.
Per liberarsi dalle tarme, oltre a adottare le più comuni norme igieniche come l’adeguata areazione dei locali, l’igienizzazione dei tessuti domestici e la deumidificazione corretta degli ambienti, è consigliato l’intervento di un professionista che valuterà il posizionamento di trappole adeguate e l’utilizzo di sostanze atte all’eliminazione del problema.
Non rischiare la tua salute: contattaci con fiducia, sapremo liberarti dal problema, con serietà, discrezione e professionalità.