Eliminare insetti striscianti e volanti secondo H.A.C.C.P

Per il controllo degli insetti striscianti (blatte, formiche, blattelle, pulci, ecc.)

Nelle aree esterne

interventi di disinfestazioni (anche grate, tombini e caditoie, ecc.) e nei locali di servizio con utilizzo di specifici biocidi di tipo abbattente o residuale;

disinfestazione aree esterne

Nelle aree interne

Posizionamento di trappole di cattura e monitoraggio costituite da specifico erogatore di sicurezza contenente un cartoncino collante con un attrattivo alimentare o feromonico specifico per tali insetti; con controlli periodici;

trappola insetti

Qualora  i monitoraggi risultassero positivi, cioè con densità tali da imporre una immediata azione correttiva, si procede al:

Gel insetticida

posizionamento di erogatori di esca alimentare in gel; questo tipo di applicazione non comporta problemi di tossicità, come avviene inevitabilmente nel caso dell’esecuzione di trattamenti con applicazione di soluzioni insetticide.

Un metodo assolutamente efficace che non crea problemi di tossicità e non implica la chiusura dell’attività, come nel caso in cui si utilizzi la classica disinfestazione con insetticidi liquidi.

Biocidi H.a.c.c.p

Solo se indispensabile a fronte di una provata criticità e, compatibilmente con l’attività, eventuali applicazioni mirate di soluzioni biocidi all’interno dei locali.

Per il controllo degli insetti volanti negli ambienti interni:

La protezione degli alimenti, dei prodotti, dei materiale, dalla presenza di insetti volanti (mosche,  moscerini, infestanti delle derrate, ecc.) alcuni dei quali possono veicolare una consistente varietà di Agenti Patogeni, si effettua generalmente mediante l’installazione di trappole attrattive a piastra collante. Tali apparecchiature sono dotate di tubi neon a luce ultravioletta, la cui lunghezza d’onda causa un forte richiamo su tutti gli insetti volanti; quest’ultimi rimangono adesi su delle piastre collanti posizionate all’interno della trappola stessa dietro i neon.

N.B.: le lampade a “griglia elettrificata” (per intendersi, quelle che “frizzano” al contatto dell’insetto) non sono più a norma e non dovrebbero essere più utilizzate negli ambienti soggetti all’Autocontrollo; molto spesso infatti la scarica elettrica fa sì che l’insetto o parti di esso, siano sbalzati ad alcuni metri di distanza dalla lampada stessa. Il servizio è generalmente costituito da:

Lampada insetti monitor fly

Lampada insetti Mod. Monitor Fly

Lampada insetti aracno

Lampada insetti Mod. Aracno

  • • L’installazione di lampade elettrificate U.V. a piastra collante.
  • • Il regolare controllo delle piastre collanti ed eventualmente la loro sostituzione (mensile)
  • • Il ricambio annuale dei Tubi fluorescenti e starter d’accensione.
  • • Una pulizia generale ogni 3/6 mesi.
  • • L’eventuale conta ed identificazione delle specie di insetti catturate.

 

 

Solo se indispensabile a fronte di una provata criticità e, compatibilmente con l’attività, eventuali applicazioni mirate di soluzioni biocidi all’interno dei locali, anche con saturazione di ambienti.